Farfalle con pesto invernale (salvia, mandorle, noci)

23 feb 012

Nevica ancora…abbiamo tirato fuori i doposci per calpestare questo soffice manto bianco giusto il necessario per il breve tragitto casa-supermercato poi ci siamo chiusi la porta dietro e divisi nelle varie stanze (in realtà non è che ci sia una grande scelta in questo appartamento che mi sta sempre più stretto, se non per il fatto che non so più dove mettere i piatti, le pentole e gli attrezzi di cucina).

Babbo ed Edo in soggiorno… il più piccolo a giocare col trenino, il più grande incollato alla tv per vedere un torneo di golf.

Io in cucina. Sono già le 11 e scatta la domanda ‘che mi invento per pranzo?’.

Al supermercato ho preso una vaschetta di salvia (quella piantata nel mio micro-giardino lo scorso settembre non dà segni di vita a differenza del cugino rosmarino che gli è accanto che si è già trasformato in un piccolo cespuglio!) comprata in realtà per insaporire un piatto di carne che ahimè non riuscirò a fare perchè ho dimenticato di mettere la ciccia nel carrello.

Guardo in dispensa e trovo mandorle e noci…perchè non farne un pesto? Qualche settimana fa su Alice Tv ho visto un cuoco preparare un pesto invernale, sostituendo il classico basilico con la salvia (sì lo so che lo troviamo anche d’inverno al supermercato ma non ha nulla ha a che vedere con quello profumatissimo cresciuto al sole).

La ricetta è super-rapida e potete preparare il pesto mentre cuoce la pasta. Io ho omesso l’aglio ma se a voi piace potete aggiungerlo agli altri ingredienti.

FARFALLE AL PESTO DI SALVIA con salvia fritta (dosi x 4/5 persone)

  • 10/15 gr di foglie di salvia
  • 40 gr di mandorle (le mie spellate e tostate)
  • 7/8 noci
  • 40 gr di parmigiano reggiano (o pecorino)
  • olio e.v.o.
  • sale

Pulire le foglie di salvia privandole del filamento centrale (come nella foto).

23 feb 004

Mettere tutti gli ingredienti nel minipimer (o nel mixer) e tritare aggiungendo l’olio a filo fino a raggiungere la consistenza desiderata. Salare.

Lessare la pasta in abbondante acqua bollente salata quindi scolarla e condirla con il pesto (eventualmente ammorbidito con qualche cucchiaio di acqua di cottura della stessa pasta). Servire in tavola.

23 feb 022

Il pesto eventualmente avanzato può essere conservato in frigorifero per qualche settimana con l’unica accortezza di ricoprirlo d’olio.

(io ho decorato il piatto con qualche foglia di salvia fritta…mettere dell’olio di girasole in una padella dal fondo spesso, mentre l’olio arriva a temperatura preparare la pastella con 2 cucchiai di farina di riso e di farina 00 stemperati con acqua frizzante freddissima, immergere le foglie di salvia nella pastella e tuffare nell’olio caldo; cuocere per qualche minuto, quindi scolare l’olio in eccesso su un foglio di carta per fritti o su un tovagliolo di carta assorbente da cucina)

Advertisements

Puoi lasciare qui il tuo commento, lo leggerò con piacere e ti risponderò non appena possibile

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...