Crème caramel di Parmigiano con salsa di fragole

crème caramel di Parmigiano con salsa di fragole

(scroll down for english version)

Non ho resistito! Mi sono fatta contaminare anche io…

Sono settimane che nello scegliere le ricettine per il blog mi viene in mente il contest di Vaty e son lì che penso e ripenso a come poter inquinare un piatto con un ingrediente insolito ed inaspettato, alla vista ma soprattutto al palato, facendo attenzione a non stravolgerne l’origine e l’essenza.

E’ stata un’altalena di decisioni {..partecipo, non partecipo, partecipo..} poi, come quando si sfoglia la margherita, i petali finiscono e si arriva ad un verdetto, nel mio caso svelato dalla stesura di questo post.

Vi chiederete perché tutta questa indecisione.

Perché le ricette che partecipano sono strepitose, per non dire delle loro foto, da rivista! Io mi accontento di cucinare per la mia famiglia e per gli amici divertendomi talvolta a sperimentare,  ma poco o nulla ne so di tecniche di cucina e cosa mai potrà trovarci uno chef come Chicco Coria in un mio piatto? Per non parlare delle foto…diciamo che la mia reflex ed io stiamo ancora facendo conoscenza!!!

Dopo il dubbio amletico iniziale ho comunque capito che il desiderio di confronto, che se schietto ed amichevole porta prima alla contaminazione, poi alla crescita ed all’arricchimento è più forte del timore di non fare una bella figura.

Ma forse aspettavo solo la ricetta giusta!

Regalo a voi ed a Vaty questo dolcino che, nonostante l’altisonante nome francese, è originario del Portogallo tanto da essere chiamato anche latte alla portoghese. Nel mio caso questo famosissimo budino assume una nota insolitamente sapida per effetto del Parmigiano, trionfo della nostra cultura gastronomica, tanto da farvi chiedere al primo assaggio se siate all’antipasto o al dolce. Solo pochi istanti però, quelli strettamente necessari allo zucchero  per attivare le papille gustative e bilanciare il tutto.

Il caramello liquido che ne ricopre solitamente la superficie, rischiando di prevaricare il gusto del formaggio, viene sostituito da una fresca salsa di fragole (le ultime!).

Se amate i dolci dal contenuto iper-zuccherino dimenticatevi pure questo post, se invece siete pronti alla contaminazione vi suggerisco di provarlo per sorprendere il vostro palato ed i vostri ospiti.

CREME CARAMEL DI PARMIGIANO CON SALSA DI FRAGOLE (per 8)

adattata da ‘Il Formaggio in cucina’ di Stefano Masanti

per la crème caramel:

  • 450 gr di latte fresco intero
  • 150 gr di panna fresca
  • 120 gr di zucchero di canna chiaro (o semolato)
  • 80 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 4 uova intere + 1 tuorlo

per la salsa:

  • 500 gr di fragole (fresche o surgelate)
  • 3 cucchiai di zucchero di canna (o semolato)
  • acqua
  • foglie di menta/basilico

Preparate la crème caramel: in un pentolino portate ad ebollizione il latte con la panna ed unite a pioggia il Parmigiano. Mescolate bene con un frullino quindi spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Filtrate il composto.

In una ciotola sbattete le uova intere ed il tuorlo, senza montarle (altrimenti si creeranno delle bolle d’aria all’interno), unite poi lo zucchero. Versate da ultimo il composto di latte, panna e Parmigiano.

Mescolate bene fino ad amalgamare tutti gli ingredienti e versate in degli stampini per crème caramel (io ho utilizzato gli stampini di alluminio) riempiendoli per 3/4. Fate cuocere a bagnomaria in forno statico a 180° per 45 minuti (stendete un foglio di giornale sul fondo di una teglia, mettete gli stampini e successivamente aggiungete acqua tiepida fino a ricoprirli per tre quarti della loro altezza). Le superfici dovrebbero a questo punto risultare di color marrone chiaro.

Spegnete il forno, estraete gli stampini e fate raffreddare (io li ho preparati la sera prima).

Preparate la salsa: mezz’ora prima di servire lavate velocemente le fragole, asciugatele con cura. Tagliatele a pezzetti e mettetele in un pentolino con lo zucchero e un po’ d’acqua. Fate cuocere per qualche minuto fino a quando si formerà uno sciroppo non troppo denso. Fate raffreddare.

Al momento di servire, con l’aiuto di un coltellino staccate la crosticina lungo il bordo degli stampini, sformate i dolci e versateli in 8 piattini. Nappate con la salsa di fragole ed ultimate decorando con foglioline di menta o basilico.

crème caramel di Parmigiano con salsa di fragole

PARMISAN CHEESE CREME CARAMEL WITH STRAWBERRIES SAUCE (serving 8)

for the crème caramel:

  • 450 gr fresh whole milk
  • 150 gr fresh cream
  • 120 gr light brown cane sugar (or white sugar)
  • 80 gr Parmigiano Reggiano cheese (grated)
  • 4 eggs + 1 yolk

for the sauce:

  • 500 gr fresh (or frozen) strawberries
  • 3 tablespoons light brown cane sugar (or white sugar)
  • water
  • mint/basil leaves

Making the crème caramel: in a medium saucepan bring to boil milk and cream then stir in, little by little, grated Parmigiano cheese. Whisk together, turn off the heat and let it cool down. Using a colander, filter the mixture in a bowl. Set aside.

In another bowl lightly beat the eggs and the yolk (be careful not to whip them) and add sugar. Pour in the milk, cream and parmigiano cheese mixture.

Mix thoroughly until all ingredients are well combined; transfer into crème caramel moulds filling them up to 3/4.

Pre-heat the oven to 350° F.

Lay a piece of newspaper on the base of a rimmed baking tray, accomodate the moulds and pour in enough warm water to cover them up to 3/4 of their height.

Cook for 45 minutes (tops should turn lightly brown).

Turn off the oven and transfer crème caramel to a wire rack to cool (you can even make them the day before).

Making the sauce: half an hour prior to serving gently wash strawberries and dry with kitchen paper. Cut into small pieces.

Accomodate in a small saucepan, add sugar e a bit of water. Cook for 4-5 minutes until a juicy syrup starts to form. Let it cool down.

Helping you with a knife, remove crème caramels from their moulds and transfer on serving plates. Cover generously with strawberries sauce and put some mint or basil leaves on top.

Con questa ricetta partecipo al contest Contaminazioni di Vaty

fusilli1

Advertisements

49 pensieri su “Crème caramel di Parmigiano con salsa di fragole

  1. Ada Parisi

    Ciao Silvia! E’ una contaminazione bellissima! Il latte alla portoghese io lo faccio con un caramello salato, proprio per smorzare la dolcezza eccessiva. L’idea di dare sapidità con il parmigiano mi sembra geniale e perfettamente in tono con il contest di Vaty. Io lo provo di certo! Ada

    Rispondi
  2. Piatticoitacchi.wordpress.com

    Perchè ti sottovaluti La Greg? Non te lo ha mai detto nessuno che si squisitamente equilibrata tra tradizione e appunto “contaminazione”? E’ vero, il confronto, se equilibrato, arricchisce, comunque vada. Ma tu hai delle grandi doti, non che una buona dose di umiltà. Quindi in bocca al lupo per questo contest (che bei premi!).
    Un abbraccio forte

    P.S Il piatto è meraviglioso, sarei proprio curiosa di assaggiarlo

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      Non mi piace sai cara stare in prima fila, piuttosto nelle retrovie ad osservare in silenzio.
      Amo la contaminazione e vivrei in giro per il mondo, qualche anno qui, qualche altro anno là…ed anche la mia vita finora è stata un po’ un girovagare anche se entro frontiera….peccato che il marito non abbia il coraggio di partire!

      Se mi vieni a trovare crème caramel assicurato!

      baci
      Silvia

      Rispondi
  3. Giusy

    Cara Silvia,
    con questo tuo post mi hai fatto pensare alla mia cara nonnina che non c’è più. Questo era il suo dolce preferito che amava fare per le grandi occasioni; lo cuoceva proprio in forno a bagno maria ed era della stessa consistenza del tuo!
    Con la salsina di fragole sopra deve essere irresistibile!
    Copierò la ricetta perchè è una delle sue poche ricette che non ho!
    Buona serata
    Giusy

    Rispondi
  4. cucinaincontroluce

    Non ti preoccupare per le foto… pensa che io le faccio con il cellulare perchè la reflex per ora non me la posso permettere, quindi vai e “contamina” pure con questa ricetta meravigliosa!!! E’ splendida…
    Ciao, Tatiana

    Rispondi
  5. rise of the sourdough preacher

    Silvia sei stata bravissima.
    E hai fatto bene a metterti in gioco, é quello il passo più importante, che a braccetto con l’originalità porta a migliorarsi.
    E questo é questo post, originalità, coraggio e voglia di mettersi in gioco.
    Ti auguro una buona serata.
    Un bacio
    Lou

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      Mi piace intrigante…perché mentre sei lì che ti aspetti un qualcosa di dolce il Parmigiano ti sorprende, lasciandoti a bocca aperta ed occhi sgranati!
      Notte
      Silvia

      Rispondi
  6. ChgoJohn

    This is such a flavorful dessert, Silvia, and you’ve presented it beautifully. The parmesan flavoring would definitely surprise my guests. Thank you for sharing your wonderful recipe.

    Rispondi
  7. panelibrienuvole

    Brava! È una ricetta davvero originale! Sul sapore…non riesco a immaginare come possa essere, e per questo mi incuriosisce assai! 😉
    Anche io penso e ripenso a questo contest ma mi sembra così “professionale” rispetto ad altri a cui ho partecipato che tutte le idee che mi vengono in mente mi sembrano ultra banali! La tua invece è proprio bella…non ti sottovalutare! 🙂
    Un bacio e buona giornata.

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      Hai visto che ricette e che premi!!! Dai Alice so che ce la puoi fare anche tu
      …ora mi sono lanciata ed è da ieri sera che sto pensando al salato

      baci
      Silvia

      …ti ho mandato una mail stamattina

      Rispondi
  8. lucia

    Cara Silvia, questa ricetta è strepitosa e anche la presentazione!!! Per quanto riguarda le retrovie mi trovi assolutamente d’accordo…ma qualche volta “uscire allo scoperto” ci fa bene! Ps: Io l’ho capito verso i c…anta!
    Un abbraccio

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      è un dolce che deve piacere…molto particolare…mio marito detesta budini e cose simili ma questo l’ha promosso a pieni voti

      un abbraccio
      Silvia

      Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      un dolce-salato…strano a dirsi ma vero!
      un abbraccio
      Silvia

      …non ho trovato la ricettina del risotto nell’Artusi ma voglio guardarci meglio poi ti dico

      Rispondi
  9. Vaty

    Carissima Silvia.. ma tu sei un amore! e meno male, ripeto, meno male, che la petalina finale sia uscita per il “sì, partecipo”. Non sai quanto sono felice!!
    Purtroppo non dovrei dirtelo: ma le stesse considerazioni che avevi fatto tu (“figurati se sarò mai all’altezza di tutte loro, figurati se lo chef sceglierà la mia ricetta” “figurati le mie foto” etc etc) le avevo fatte anch’io all’inizio del blog, lo sai?
    ricordo che dissi a Federica, oggi una cara amica che non me la sentivo e lei venne a spronarmi. fu cosi che partecipai ad un primo contest (quello di Fede).
    poi, presi il coraggio, partecipai anche a quello di un’altra amica (Ely Valsecchi). Ci credi che vinsi questo secondo contest? Il giudice era niente di meno che Simone Ruggiati! con il mio semplicissimo pollo col curry e latte di cocco!! 😉
    e niente, ti dico questo solo per dirti che io e te non siamo cosi diverse, dopo tutto. ^_^
    tra qualche mese, organizzerai tu un contest e ti ritroverai con partecipanti che dicono la stesa cosa che dici tu .. ❤
    veniamo ora alla ricetta: ma è troppo interessante!! non conoscevo questa creme caramel e confesso che avrei difficoltà anche ad immaginarmi il sapore! però adoro le fragole e dalle foto si percepisce un dessert davvero particolare.
    quindi .. grazie cara Silvia. ❤ ricetta inserita.. e chissà cosa ne penserà lo chef .. 😉

    Rispondi
  10. carla emilia

    Ciao Silvia, questa creme caramel mi sembra meravigliosa, avrei proprio voglia di assaggiarla, le mie papille si farebbero sfrizzolare molto volentieri 😉 Sei stata bravissima e faccio il tifo per te! Bacione

    Rispondi
  11. loredana

    eccomi, pronta per essere contaminata!!
    Io adoro tutti gli abbinamenti insoliti, originali e , sono sicura, questa budino mi renderebbe felice!

    Le foto spesso nascondono menzogne, le tue raccontano una verità che mi piacerebbe davvero provare!

    baci Loredana

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      quale genio!!! ho arrangiato la ricetta di uno chef… uno rimasto con i piedi per terra, che la mattina di sveglia alle 6 per andare a cogliere erbe e fiori nei prati e che sono certa piacerebbe a te

      un giorno gli dedicherò sicuramente un post!

      baci

      Rispondi
  12. ideeintavola

    Silvia, anche io come te cucino per mio marito e per gli amici e non ho alcuna esperienza però questo non ci impedisce di creare delle belle cose come hai fatto tu, in questo caso!!!bellissima contaminazione!! 🙂

    Rispondi
  13. Enrica

    Silvia ma sai che anche io sono come te? Credo poco in me ma questo può essere anche un’arma vincente perché sentiamo sempre la voglia ed il desiderio di migliorare. La tua contaminazione è perfetta e soprattutto è veramente originale, ed ora che sei uscita allo scoperto “lanciati” in altri contest perchè sei brava!
    Buon w.e.

    Rispondi

Puoi lasciare qui il tuo commento, lo leggerò con piacere e ti risponderò non appena possibile

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...