Torta soffice di carote e noci

torta soffice di carote e noci

(scroll down for english version)

E’ inutile che mi sforzi di crederlo ma non è proprio la mia stagione!

Mi sento come uno scoiattolo pronto per andare in letargo. Stanca, sguardo assente, irascibile. Il cambio dell’ora, la nebbia, il cielo grigio carico di pioggia mettono ko il mio umore. Le foglie che cambiano colore sono l’unica nota romantica di un mese che depennerei volentieri dal mio calendario.

Nel torpore di questi giorni sono riuscita ad accumulare una pila di panni alta come la mia pulce ma piuttosto che rinchiudermi al piano di sotto a stirare preferisco tirar fuori ciotole, fruste e teglie e preparare un dolcino.

Quello di oggi è conosciutissimo e vanta decine e decine di versioni. Non amando i dolci farciti e ricoperti di glassa vi lascio la mia versione lontana anni luce da quella orginale, o meglio vi lascio la ricettina che è venuta fuori combinando quello che avevo in dispensa.

Qualche carota acquistata al mercato dei contadini, le noci della nostra campagna. I cocchi delle gallinelle di casa.

Non ho messo né burro né olio vista la generosa quantità di frutta secca. E preferito la fecola alla farina bianca per un effetto super fluffy garantito anche dagli albumi montati a neve ed incorporati delicatamente all’impasto.

Buona domenica!

Silvia

TORTA SOFFICE DI CAROTE E NOCI (per una teglia di cm 24x 24)

  • 250 gr di carote biologiche
  • 150 gr di noci
  • 4 uova
  • 150 gr di zucchero di canna chiaro
  • 100 gr di fecola (o farina 00)
  • 1/2 bustina di lievito
  • zucchero a velo per decorare

Sgusciare le uova e separare i tuorli dagli albumi.

In una ciotola lavorate i tuorli con lo zucchero fino a quando saranno diventati bianchi e spumosi.

Grattugiate le carote e tritate grossolanamente le noci ed unitele al composto di uova e zucchero. Unite la fecola setacciata con il lievito per eliminare eventuali grumi.

Montate a neve ferma gli albumi ed incorporateli delicatamente al composto, un po’ alla volta. Non mescolate per evitare di dissolvere l’aria che si è creata battendo gli albumi.

Cuocete in forno già caldo a 180° per 50-55 minuti.

Fate raffreddare e spolverate di zucchero a velo.

Per un’idea più golosa potete farcirla con un velo di marmellata di albicocche (o quella che più preferite).

torta soffice di carote e noci

FEATHERY CARROT AND HAZELNUTS CAKE (makes a 24×24 cm cake)

  • 250 gr organic carrots (grated)
  • 150 gr hazelnuts (coarsely chopped with a knife)
  • 4 eggs
  • 150 gr white cane sugar
  • 100 gr starch (or plain flour)
  • 8g baking powder
  • powdered sugar for dusting

Pre-heat the oven to 350° F.

Break eggs and separate yolks from whites.

In a bowl beat yolks with cane sugar until ribbon stage.

Add grated carrots and chopped hazelnuts. Combine starch and baking powder and sieve over the egg and carrot mixture.

Beat egg whites until stiff and fold a third into the batter. Mix it in carefully then add the reserved whites mixing with a spatula. Don’t stir in order to retain the air you have incorporated into the whites.

Cook for 50 to 55 minutes.

Cool on a rack then sprinkle on top powdered sugar.

You might also cut the cake in half and stuff it with your favourite jam.

Annunci

73 pensieri su “Torta soffice di carote e noci

    1. la Greg Autore articolo

      ti assicuro che stiro solo il minimo indispensabile però le camicie del marito mi toccano!!! quanto le odio…
      la domenica è il giorno della calma anche se (ahimè) la pulce ci dà la sveglia alla solita ora

      buon riposo e buona domenica
      Silvia

      Rispondi
      1. rise of the sourdough preacher

        Eh beh si, le camicie non ci puoi fare nulla…solo vivessimo in una società che non fa caso alle camice strapazzate 😉
        Poi son la cosa peggiore da stirare, assieme ai pantaloni con la piega!
        Buona giornata di calma alora
        Un abbraccio
        Lou

      2. la Greg Autore articolo

        i pantaloni con la piega vanno a mamma o suocera…non ce la posso fare!!!
        per il resto mi arrangio anche se preferisco decisamente cucinare e lavare piatti…

  1. panelibrienuvole

    Ma è super golosa! Ha un aspetto fantastico! Anche io avrei in programma un altro dolcino a base di carote…ma non so quando troverò il tempo! Intanto ammiro il tuo… 😉
    A me questa stagione piace, invece, ma devo ammettere che è molto più bella da vivere se si abita in campagna . Qui in città tende ad emergere il lato peggiore, cioè pioggia e grigiore, mentre io avrei tanta voglia di andare nei boschi a vedere le mille sfumature di colori, la nebbiolina che sale piano nel primo pomeriggio, il profumo della corteccia degli alberi inumidita…Come si fa?! Urge trasferta al paese natale! 😉
    Un bacio e buona domenica a tutti voi,
    Alice

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      Hai piena ragione Alice…vissuto in campagna l’autunno ha tutto un altro sentore!
      Non ci tocca allora che tornare dai nostri cari.

      Quello che mi stende sono le giornate più o meno serene come quella di oggi che in pochi minuti diventano grigie, piovose e tristi…ed io che dovevo fotografare le mie frittelline!!!

      Ti mando un abbraccio grande ed un bacione
      Silvia

      …un bacino speciale dalla pulce

      Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      mangiar bene è salute e tu Coccola ne sei una grande sponsor con la tua cucina!
      io condivido la tua stessa filosofia e mi accorgo che con il passar degli anni divento sempre più esigente

      per fortuna abbiamo a disposizione ingredienti semplici ma allo stesso favolosi con i quali poterci sbizzarrire

      buona domenica
      Silvia

      Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      Buona domenica anche a te!
      Ci piaccio le tortine senza fronzoli… perfette per una colazione easy o per una nutriente merenda…sono certa che anche alle tue bimbe piacerà

      Un abbraccio
      Silvia

      Rispondi
  2. paolamemole

    Non so perché, io, invece, quest’anno desidero il freddo: non vedo l’ora di avvolgermi in caldi piumoni, di avere tra le mani gelide una tisana calda, di tornare da lavoro e trovare il tepore di casa mia ad accogliermi, avere le domeniche da dedicare a film o a un buon libro e soprattutto di accendere il forno e invadere casa con i profumi di quello che sto preparando. Adoro le torte di carote e come te odio i dolci troppo farciti. Mi segno la tua ricetta.. mi sono resa conto che nel mio blog non ce n’è nemmeno una… da qualche parte dovrò cominciare 😉

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      Ma no! la pelle del viso che tira, le mani screpolate, i piedi gelidi….io vivrei a temperatura costante 20-25 gradi (facciamo anche 30)
      L’unico freddo che mi piace è quello secco della montagna…ma quando son lì è perché è vacanza ed è tutta un’altra storia!

      Aspetto allora la tua tortina di carote!

      un abbraccio e buona domenica
      Silvia

      Rispondi
  3. consuelo

    Vivo le tue stesse identiche emozioni..al primo spiraglio di sole torna il buonumore e la voglia di fare ma x il resto me ne starei tranquillamente a letto in letargo 😛
    Questo dolcetto è perfetto x i miei gusti, buono e dal sapore naturale, “senza troppi fronzoli” ^.*
    Un bacio e buona domenica
    ps: non mi parlare di stirare..oggi mi tocca 😦
    la zia consu

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      io e te andremmo d’accordo sai…sole tutta la vita, cucina senza fronzoli e vita easy….il weekend me ne starei sempre in tuta e con la fascia nei capelli!
      tra un’oretta mi rinchiudo a stirare!!! pensiamoci intensamente

      bacioni
      Silvia

      Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      sai Chiara a casa mia il tempo è sempre tiranno e devo per forza buttarmi sulle ricettine veloci, anche perché se la pulce mi intercetta tra i fornelli è finita…
      bacioni e buona domenica
      Silvia

      Rispondi
  4. susy

    Al contrario di te io amo questo periodo e riesco a fare tutto quello che non faccio nel periodo estivo!
    Un abuonissima torta, una delle mie preferite!
    Una buona domenica Susy

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      Ero certa che rientrasse nelle tue corde…amiamo verdura e frutta secca e spesso con poco si ottengono dei dolcini deliziosi!
      buona domenica anche a te
      Silvia

      Rispondi
  5. Silva Avanzi Rigobello

    Non posso che concordare con te, l’ho già detto più volte: io l’autunno lo salto a piè pari e passo direttamente all’inverno, che ha molte più cose da offrire e da suggerire, da realizzare. Tanto questa splendida torta rustica e corposa va bene anche in inverno, no?!

    Rispondi
  6. rcavallaretto1

    Ciao, sai che la torta che io ho cucinato è quasi simile alla tua come procedimento? solo che io ho fatto lo “Zelten”, un dolce trentino, fatto di fichi secchi, noci, mandorle, uvetta sultanina e cedro candito. Ma anche la tua versione deve essere buonissima, brava 10 e lode!

    Rispondi
  7. Laura - Un'altra fetta di torta

    Neanche io amo questo mese, coincide anche con il periodo in cui è volato via il mio nonnino e per questo non mi piace ancora di più! Ad aggiungere un altro lato negativo quest’anno c’è il fatto che non è nè carne nè pesce per via del clima tutto particolare e io ora ho bisogno di freddo e un po’ di chiarezza!
    Allo stesso tempo però dobbiamo ringraziare questo tempaccio che ti ha attratto in cucina e si ha sottratto dal “piano di sotto” 😀

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      dai dai che Novembre passa, ci vuole solo un po’ di pazienza!
      io devo ancora accendere il termo in casa…però fuori da oggi l’aria è cambiata!

      un abbraccio
      Silvia

      Rispondi
  8. sandra

    e io invece che in autunno rinasco? l’estate mi sfinisce, io soffro il caldo, e quando si arriva a questo mese io mi sento rinfrescata, pronta per l’inverno (che adoro) e alle lunghe e fredde giornate di luce bianca che solo dicembre sa creare…. ma un pezzettino di questo dolce sano e salutare per colazione sarebbe speciale!
    io non stiro più: stendo subito perbenino e ripiego quando sono asciutti… ho minacciato tutti in casa che se si mettono le camicie li uccido e…. la pila da stirare è magicamente scesa di livello…. si stira solo quello che non si puo’ fare a meno. risparmio energetico e un’ora di ferie per la sottoscritta!!!
    baci
    Sandra

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      stasera ne parlo al consorte e gli dico che anche io merito un’ora di ferie a settimana!
      lui purtroppo delle camicie non può fare a meno ma sul resto vado veloce anche io…se riesco a beccare la fine del ciclo dell’asciugatrice stiro praticamente la metà!
      bacioni
      Silvia

      Rispondi
  9. The Master Of Cook

    Come ti capisco, anche io con questo clima sono fuori fase. In più mi sono fatto una settimana di tosse per un colpo d’aria.
    Speriamo che il meteo si dia una regolata e nel frattempo aiutiamoci con qualche manicaretto in più e qualche faccenda in meno.. eh eh eh

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      beh tu poi hai la fortuna di vivere in una terra dove il sole è abbastanza clemente anche d’inverno…
      ma sì consoliamoci in cucina o sdraiamoci sul divano in totale relax!
      buon inizio settimana
      Silvia

      Rispondi
  10. Giulietta | Alterkitchen

    Io adoro la torta di carote.. sono più abituata alla classica con aggiunta di mandorle, ma con le noci mi ispira da morire! E poi quanto deve essere soffice.. una meraviglia!
    anche se prima mi sa che la precedenza l’hanno acquisita i tuoi grissini, che proverò prestissimo 🙂

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      sai che mi piace un sacco anche con le mandorle ma avendo noci di casa a volontà mi sembrava un peccato lasciarle lì
      attendo allora l’esito dell’esperimento grissini…le tue mani dovrebbero riuscire a farli ad occhi chiusi
      un abbraccio
      Silvia

      Rispondi
  11. conunpocodizucchero

    anche io sono decisamente come te sai? letargo sì!!! e il buoi così presto mi mette già sonno alle 17.00!!!
    che però è l’ora giusta per il tè che io accompagnerei ben volentieri con una bell cubetto di qst tua torta delicatamente deliziosa e leggera!

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      con la differenza che tu riesci a svegliarti all’alba io invece d’inverno amo restare sotto le coperte (anche se vengo buttata giù dal letto dalla pulce!)
      bacioni
      Silvia

      Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      Questa infatti l’ho fatta cuocere tanto perché l’ultima volta che l’ho fatta al centro era ancora un po’ bagnata come la tua
      deve essere l’umidità rilasciata dalle carote

      bacioni anche a te
      Silvia

      Rispondi
  12. anna

    ma dimmi un pò, com’è questa torta senza nemmeno mezzo grasso??l’ideale la mattina a colazione, a metà mattina per la pausa caffè, a merenda con il tè e come dopocena! 🙂 ottima ricetta!
    un abbraccio
    anna

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      ti aspetto allora per mangiarne un pezzettino insieme!!!
      ovviamente si può mettere burro o olio…ma ho pensato che senza andasse bene lo stesso vista la quantità di frutta secca

      bacioni
      Silvia

      Rispondi
  13. Laura De Vincentis

    Tutta la bontà di uno splendido dolce rustico che vedrei molto bene come merenda in un casolare di campagna qui in toscana ! Io questa stagione l’adoro mi sento sempre carica e con la voglia di fare (certo non per stirare) 😀

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      Questa tortina è nata in pochi secondi con quello che avevo in casa e non vuol certo competere con la ricetta originale ricca di burro…però se la cava egregiamente!
      La prox volta proverò a servirla con un ciuffetto di creme fraîche!!!
      Bacioni

      Rispondi
  14. Roberta Morasco

    Ciao!!!
    Io ho iniziato malino l’approccio all’autunno, ma poi pian piano è andata meglio…domenica nonostante il tempo fosse grigio e piovoso mi sono goduta una camminata sulle foglie cadute…anche questa stagione ha il suo fascino, poi è bello anche tornare a casa, prepararsi una cioccolata calda o un tè e fare due chiacchiere con una bella fetta di dolce….questo che hai preparato tu è davvero perfetto…io copio eh!
    Baciotti! Roby

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      sì forse mi è mancato il passeggiar romantico sulle foglie! per ora devo accontentarmi della nebbia della città…chissà magari nel weekend
      per fortuna ho sempre la mia tortina con la quale consolarmi

      un abbraccio
      Silvia

      Rispondi
  15. nonnalili

    il dolce è perfetto per far mangiare le carote anche a chi le detesta (leggi papà).
    L’ho fatto ieri sera seguendo la tua ricetta e oggi ne ha mangiato una bella fetta con grande
    piacimento , ma senza sapere con cosa era fatto. Quanto è vero il detto che gli uomini vanno presi per la gola!!

    Rispondi
  16. Erica Di Paolo

    Anche io, come te, non amo questa stagione, il cielo perennemente grigio, il freddo, le giornate corte. E anche io andrei in letargo. Ma iuscire a coccolarsi così, con un dolcino sano e genuino come questa torta, cara la mia Silvia….. è meraviglioso! Via i grassi e le glasse stucchevoli: teniamoci tutta la bontà nei gusti semplici e naturali. Bravissima, mi stra piace.
    Mi spiace non riuscire ad essere presente più di quanto sia, ma il tempo spesso è tiranno. Anche se non riesco a lasciarti la mia impronta, seguo sempre con profondo interesse le tue adorabili creazioni. Sei una grande!!
    Buon weekend dolcezza, un abbraccio.

    Rispondi

Puoi lasciare qui il tuo commento, lo leggerò con piacere e ti risponderò non appena possibile

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...