Miglio al pesto di avocado e pistacchi con verdurine al gomasio {br..br..brividi!}

miglio al pesto di avocado e pistacchi(scroll down for english version)

Probabilmente leggendo il titolo vi saranno venuti i brividi…di freddo!

Ma vi assicuro che quando, qualche giorno fa, ho preparato questo piattino si stava piacevolmente fuori in maniche di camicia.

Purtroppo in pochissime ore siamo stati ricatapultati in inverno…non ne posso davvero più di freddo pungente, umidità e nebbia…..di capelli arruffati, di ombrelli e ombrellini sparsi per la macchina, di impronte di scarponi e scarpine all’ingresso di casa, di pigri pomeriggi trascorsi sul divano.

Anche la natura brama, come noi, l’arrivo della primavera. Il prato si è ricoperto timidamente di un letto di candide margheritine, le ortensie e il pesco mostrano orgogliosi le prime gemme. All’albicocco son bastati pochi giorni di sole per arricchirsi di una rigogliosa fioritura. E se ora arrivano le gelate?  Mio suocero mi tranquillizza dicendomi che fintanto che ci sono solo fiori alla pianta non accade nulla; se invece l’albicocco porta già i frutti son dolori…per lui e per noi che non riusciremo a mangiarli (ne riparleremo a luglio).

miglio al pesto di avocado e pistacchi

Il tepore che è entrato in casa attraverso i finestroni della cucina mi ha fatto dimenticare per un giorno di teglie di pasta al forno e zuppe corroboranti (e persino dei bomboloni di Carnevale!). E quando dalla dispensa è magicamente uscito un pacchetto di miglio ancora intatto ho deciso che sarebbe stata pasta tiepida (…mangiata regolarmente fredda dopo lo scatto delle foto).

Una vera sorpresa in bocca, tutte quelle palline color giallo paglierino che cuocendo scoppiano e si aprono, pur restando croccanti. Mi documento un po’ (lo stare in casa ha almeno questi vantaggi) e scopro che il miglio è ricco di sali minerali e di preziosi amminoacidi; contiene vitamine dei gruppi A, B e E e, se decorticato, è privo di glutine. E’ inoltre un valido alleato di pelle, capelli ed unghie oltre ad avere un elevato potere diuretico. Chissà quando ci convinceremo del tutto che il cibo è salute! E che con il cibo ci possiamo curare.

Adesso ci spieghi però come ti è saltato in mente di condirlo con l’avocado. La colpa è del Gas locale che quando ha aperto il secondo ordine della stagione di agrumi, ha proposto un nuovo fornitore che accanto ai classici tarocco, clementine e mandaranci commercializza, senza ricarica, gli avocado prodotti dal Consorzio di agricoltori Galline felici. Mi son fatta tentare (voi no al mio posto?) ed è così che mi son ritrovata con 3 chili di questi frutti che si sono presto adattati al clima della nostra splendida Sicilia fino a farla diventare la principale produttrice del bacino del Mediterraneo.

miglio al pesto di avocado e pistacchi

I pistacchi a questo punto non potevano non starci (peccato solo non aver quelli di Bronte).

La salsa (parlare di pesto forse è esagerato e non rispettoso nei confronti del Signor basilico) è facilissima da fare e si prepara, con minipimer alla mano, in 2 minuti di orologio.

Io dovendo far fuori un finocchio e qualche carota, abbandonati in frigo da qualche giorno, ho messo anche quelli nel piatto dopo averli conditi con gomasio alle alghe e cotti per pochi minuti nel microonde.

miglio al pesto di avocado e pistacchi (26)

Questa ricetta la dedico a Stefania (ed a tutte le persone celiache) che il venerdì ci aspetta con tante ricettine adatte anche a coloro che purtroppo devono rinunciare ai cibi glutinosi.

100% Gluten Free (Fri)Day

MIGLIO AL PESTO DI AVOCADO E PISTACCHI CON VERDURINE AL GOMASIO (per 2 persone)

  • 150 gr di miglio decorticato
  • 1 avocado maturo
  • olio extravergine di oliva
  • succo di limone
  • sale
  • pepe
  • 25 gr di pistacchi
  • gomasio alle alghe (*)
  • 1 finocchio
  • 3-4 carote

(*) si tratta di un condimento da tavola tipico della cucina giapponese ottenuto miscelando sale marino con semi di sesamo tostati e tritati; il mio è altresì addizionato con alghe marine; potete utilizzarlo per condire cereali e verdure oppure carne/pesce grigliato (perfetto con pollo e salmone)

Pulite il finocchio eliminando parte delle barbe e l’eventuale strato esterno se rovinato e dividete a metà in senso longitudinale. Raschiate le carote, sciacquatele e dividetele in due. Posizionatele su una teglia ricoperta di carte forno, condite con il gomasio e con olio extravergine. Infornate a 180° C per una ventina di minuti o fino a quando le verdure risulteranno leggermente morbide (io ho utilizzato il microonde, piatto crisp riscaldato per 3 minuti dopodiché funzione crisp per 5 minuti).

Nel frattempo sciacquate il miglio sotto l’acqua corrente e versatelo in un pentolino con acqua bollente salata. Fate cuocere per 20 minuti (o per il tempo indicato sulla vostra confezione).

Preparate il condimento. Tagliate l’avocado in due, eliminate l’osso centrale e prelevate la polpa con un cucchiaino. Versatela nel contenitore di un frullatore ad immersione, spruzzate qualche goccia di limone, unite la metà dei pistacchi ed azionando il robot versate a filo poco olio fino ad ottenere un composto lucido e dalla consistenza morbida. Salate e pepate.

Scolate il miglio e versatelo in una ciotola, condite con la crema di avocado.

Aiutandovi con un coppapasta, trasferite il miglio su un piatto da portata e guarnite con i restanti pistacchi tritati grossolanamente al coltello. Unite le verdure cotte in forno.

Buon appetito!

***

MILLET WITH AVOCADO AND PISTACHIO PESTO SERVED WITH GOMASIO SEASONED VEGETABLES (serving 2)

• 150 gr millet, hulled
• 1 ripe avocado
• extravirgin olive oil
• lemon juice
• salt
• pepper
• 25 gr pistachios, nutted
• seaweed gomasio (*)
• 1 fennel
• 3-4 carrots

(*) Gomasio is a table dressing originating in japanese cuisine obtained mixing sea salt with unhulled toasted sesame seeds; to add nutrients and flavour you can find it with seaweed addiction. Il goes well with cereals, vegetables or grilled meat/fish.

Clean the fennel by removing part of the fronds and the eventual outer layer if damaged and split in half lengthwise. Scrape the carrots, wash and cut in half lengthwise. Place both fennel and carrots on a baking sheet covered with parchment paper, season with gomasio and a drizzle of olive oil. Bake at 180° C for twenty minutes or until the vegetables become slightly soft (You can even use the microwave, pre-heat the crisp plate for 3 minutes then cook with crisp-function for 5 minutes).

Meanwhile, rinse the millet under running water and pour into a saucepan of salted boiling water. Cook for 20 minutes (or for the time displayed on your package).

Prepare the dressing. Cut the avocado in half, remove the central bone and pick the flesh with the help of a teaspoon. Pour it into the glass of your blender, sprinkle a few drops of lemon juice, add half of the pistachios and start pulsing, pouring some oil at a time until the mixture turns glossy and smooth. Season with salt and pepper up to your taste.

Drain the millet and pour into a bowl then toss the avocado seasoning.

With the help of a round cutter, transfer the millet on a serving dish and garnish with the reserved pistachios, roughly chopped with a knife.

Serve immediately with the roasted vegetables.

Annunci

53 pensieri su “Miglio al pesto di avocado e pistacchi con verdurine al gomasio {br..br..brividi!}

  1. cucinaincontroluce

    Uhhh che splendore! Mi piace il miglio e cucinare con l’avocado è bellissimo, dà veramente un tocco particolare ai piatti, quindi lo potrei davvero provare (se trovo i pistacchi, cosa non facile qui), se non altro per cambiare veste al miglio!
    Un bacio, Tatiana

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      Grazie Stefania! il piatto è nato per caso così come per caso mi è venuta in mente la raccolta che in realtà adocchio da un pò
      Parteciperò sicuramente con altre ricettine!!!

      Rispondi
  2. Erica Di Paolo

    Sarà che mi sono preparata ad affrontare il peggio, ma a me questo inverno non sembra così rigido come gli altri!! E io amo alla follia l’estate e le giornate lunghe e soleggiate!!!!
    In ogni caso non ho avuto brividi di freddo guardando questa delizia. Sto cercando di immaginarne il sapore. Gli ingredienti ci stanno tutti alla grande. E’ solo l’avocando che non riesco a farmi piacere, ma così. magari, potrei gustarlo e apprezzarlo anche io ^_^
    Grande Silvia. Un bacione.

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      non è stato sicuramente l’inverno più freddo di sempre però pioggia e umidità mi buttano giù…e quello che più mi frega sono proprio i primi segnali di primavera

      come non ti piace l’avocado? avrei giurato di sì vedendo cosa entra nella tua cucina e nei tuoi piatti
      per iniziare ad apprezzarlo partirei però con un’insalata

      bacioni a te

      Rispondi
  3. conunpocodizucchero

    urca urca cosa vedo! lo sai che prorio ieri ho fatto una ricetta con l’avocao?? siamo in sintonia, non c’è che dire! questo clima qui non lo capisco più, ieri sera mi sono gelate le pere sul terrazzo e oggi ci sono 15 gradi! bah!!! e io intanto continuo ad ammalarmi… 😦 speriamo di riprendermi per la big date!!!!

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      sì sì ho visto…ora però vengo a leggermi bene la ricettina!
      come ammalarti! no devi tenere per il grande evento…che poi non ho capito ma la lezione di cucina su cos’è?

      bacioni

      Rispondi
      1. conunpocodizucchero

        lo so infatti spero di rimettermi perchè è un mese che continuo a non star bene sai… sto facendo u po’ di esami e di accertamenti… vedremo! cmq anche io non ho capito come sarà il corso e su cosa verte. no riesco a str ietro a quelle gallinelle! il pollaio è troppo in fermento! 😀

  4. Claudia

    A Roma non dico che era estateloscorso w.e. ma primavera inoltrata si.. Poi un giorno di pioggia.. oggi un sole ma meno caldo.. che strano quest’anno!!!! anche le mie ortensie hanno le gemme..e tu pensa.. le azalee son piene di boccioli.. speriamo non arrivino gelate.. Che dire del tuo miglio?sai che non lo conosco.. devo comprarlo.. e il pesto? davvero originale.. mi intriga proprio.. e io che pensavo di essere l’unica vera autentica maga dei pesti! hihihihih… 🙂 baci e buon w.e.

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      tu maga dei pesti? devo venire allora a scoprire di più perché li adoro e poi ora che arrivano temperature più miti sono perfetti e veloci da preparare….

      Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      l’avocado l’ho preso proprio perché era italiano…un modo come un altro per aiutare la nostra economia, soprattutto se fatta con criterio
      secondo me l’effetto miglio è simile a quello dell’amaranto anche se forse di sapore sono diversi…

      Alice, il gomasio devi provarlo…è un modo alternativo per utilizzare il sale e dare una nota crunchy ai piatti

      un abbraccio ed un bacino

      Rispondi
  5. Maddy

    Accidenti, fa così bene il miglio? caspita non lo sapevo e vorrei provarlo da tanto, ma in caso ho un talebano del gusto…mio marito vuole sempre le solite cose….che barba!!! comunque questo piatto è bellissimo e l’aggiunta del gomasio dà sicuramente molto aroma! Bravissima cara e buon fine settimana! bacio

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      hai visto Maddy quante proprietà? quello che ho usato è prodotto poi dalle tue parti…

      sai che anche il mio consorte non ama tanto le sperimentazioni?…a meno che abbiano come protagonista la carne ma io son stufa di mangiarla

      un abbraccio

      Rispondi
  6. Chiara

    ah però!! 3 kg di avocado…. 🙂
    mi ispira questo miglio; appena finito il sacchetto di bulgur preso oggi, provo anche questo!!
    Mi ha fatto tanto piacere conoscerti, visto che siamo così vicine adesso possiamo vederci più spesso e magari organizzare una cooking session insieme! 🙂 un bacino

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      secondo me puoi farlo anche con il bulgur…

      è stato un piacere anche per me sai incontrarti….una cooking session insieme? perché no
      ti aspetto per presentarti la piccola pulce

      bacioni

      Rispondi
  7. consuelo

    Anch’io mi ero già illusa che l’inverno volesse definitivamente abbandonarci..invece dopo 3 giorni di sole e temperature ragionevoli è tornata la pioggia, l’umidità (x la felicità dei miei capelli ricci…) e il freddo 😦
    Cmq questo piattino così originale e fresco me lo papperei anche a -20°C!!!
    Favoloso, complimenti!

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      odio i capelli crespi! per fortuna tu mi capisci….
      ed il freddo, la pioggia, l’umidità…a volte mi chiedo come riescano a vivere in certe città

      sapevo che questo piattino ti sarebbe piaciuto…peccato non aver fatto in tempo a mandartelo al contest

      Rispondi
  8. Piatticoitacchi.wordpress.com

    E’ ufficiale: il mio reader non mi presenta più i tuoi post! Che faccio? E soprattutto, perché? 😦
    Menomale che ti vengo a cercare comunque e che abbiamo altre vie di comunicazione 🙂
    Questa ricetta è bellissima! Sai che mi piace molto il miglio? A differenza dell’amaranto…aspetto poi un tuo parere anche su questo. Hai messo i miei amati pistacchi e l’avocado che io mangio col “dottore” quasi giornalmente. Visto che ne hai una scorta pazzesca, aggiungilo all’insalata verde, insieme a qualche semino di zucca e pezzetti di mela. E’ buonissima! Io mi segno questa ricetta, completamente vegetale! (il dottore apprezzerà) 🙂
    Baci!

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      a me sono scomparsi misteriosamente tre link…o forse anche più! misteri…
      l’amaranto devo ancora provarlo…in realtà ho dirottato sul miglio perché l’altro era finito! dici per posso lasciarlo sullo scaffale quando lo vedo?

      domani mi faccio l’insalata con l’avocado!!! deve essere buonissima
      eh bravo il dottore che vuole mangiare vegetale…il mio storcerebbe il naso anche se poi mangia quello che porto a tavola

      baciotti cancerina, goditi queste ultime ore di relax!

      Rispondi
  9. Glufri

    Oh che meraviglia di piatto e grazie per averlo portato al Gluten Free Friday!
    Ho giusto del miglio che non sapevo bene come usare e voilá ecco la risposta. Ricetta archiviata.
    Un saluto anche a nome di tutta la redazione di Gluten Free Travel & Living

    Rispondi
  10. carla emilia

    Ciao Silvia, bellissima ricetta, io sono alle prime partecipazioni e non mi sono ancora lanciata nell’utilizzo di cose particolari, mi limito a cucinare “senza”, però è di soddisfazione! Bacione buona domenica

    Rispondi
  11. Terry

    Che buono il miglio! Di recente l’ho polpettato! Lega bene in polpetta! …ottimo anche tipo porridge dolce a colazione! …visto che un’altra passione é l’avocado credo che sta bontá é da provare! 🙂

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      polpetta? sì forse ricordo qualcosa…o no, meglio che vada a dare un occhio e non sia mai che abbiamo già l’idea per la cena di domani!
      un abbraccio

      Rispondi
      1. Terry

        Devo ancora pubblicarle le polpette… Ma cmq sono con le cime di rapa quelle che ho fatto! Le pubblicheró presto… Prima che le cime non escano di stagione!

    1. la Greg Autore articolo

      ti ringrazio di cuore del pensiero ma diciamo che per ‘policy aziendale’ non accetto premi perché ho l’impressione che somiglino a delle catene di sant’antonio dalle quali son sempre fuggita (senza per fortuna conseguenze catastrofiche)

      la tua nomination mi fa comunque piacere e spero che continuerai a seguirmi a prescindere da questa mia posizione

      ciao
      Silvia

      Rispondi
  12. Pingback: Padellata di triglie al limone e pepe rosa…e le scadenze di fine mese | laGreg

  13. Pingback: Gluten Free Travel and Living » 100% Gluten Free (fri)Day » Gluten Free Travel and Living

  14. Pingback: Gluten Free Travel and Living » 100% Gluten Free (fri)Day » Gluten Free Travel and Living

  15. Pingback: Padellata di triglie al limone e pepe rosa…e le scadenze di fine mese | La Greg

Puoi lasciare qui il tuo commento, lo leggerò con piacere e ti risponderò non appena possibile

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...