Rustico integrale {senza lievito} con bietole e ricotta

rustico integrale con bietola e ricotta 5

(scroll down for english version)

Esausta ma felice!

Cinque giorni a Barcellona mi hanno catapultato fuori da questo mondo…e se il post di lunedì era già programmato (mentre voi vi gustavate il pane bianco allo yogurt io ero alle prese con le lavatrici e la stiratura post vacanza!) quello di oggi fa fatica a decollare…e pensare che ho tante cose da raccontarvi e tante ricettine da condividere che rischiano di diventare ‘fuori stagione’….anche perché stanno arrivando le prime verdurine dell’orto!

Mentre io riavvolgo il nastro, scarico e classifico foto  della nostra tappa  in terra catalana, vi lascio gustare questa torta salata senza lievito pensata per Alice e per il suo contest Nel cesto del pic-nic .

Pic-nic_cambria []

Il guscio è fatto di pasta matta che utilizzo spesso quando vado di fretta e cerco un’alternativa più veloce del lievitato o più leggera della burrosa pasta sfoglia. Lo scorso anno vi ho proposto la versione patate, melanzane e alici…questa volta, approfittando di una ricca raccolta di bietoline dell’orto, sono andata sul classico accompagnandole ad un freschissima ricotta.

Alice, io per il pic-nic sono pronta. Porto anche il vinello del suocero…

Villa Adriana o Villa Pamphili?

rustico integrale con bietola e ricotta 3

rustico integrale con bietola e ricotta 1

RUSTICO INTEGRALE CON BIETOLE E RICOTTA – senza lievito (per uno stampo rondo da cm 26)

per il guscio ho adattato la ricetta della pasta matta

  • 150 gr di farina integrale biologica
  • 150 gr di semola di grano duro
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva + altro per pennellare
  • 170 gr di acqua
  • 1/2 cucchiaino di sale

per il ripieno

  • 450 gr di bietole cotte
  • 300 gr di ricotta
  • 30 gr di parmigiano grattugiato
  • 2 uova + 1 albume
  • sale e pepe q.b.

Preparate la pasta matta. In una ciotola mescolate la semola con la farina integrale, unite l’acqua poi l’olio ed infine il sale. Lavorate con le mani fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo (anche se utilizzando farina integrale lo stesso risulterà grezzo). Coprite con la pellicola e mettete in frigo a riposare per almeno 30 minuti.

Preparate il ripieno. Tritate le bietole con il coltello ed in una ciotola mescolatele con la ricotta, il formaggio grattugiato. Unite le uova leggermente sbattute, salate e pepate a piacimento.

Riprendete l’impasto dal frigorifero e prelevatene 2/3. Stendetelo con l’aiuto di un mattarello su un foglio di carta da forno (dovreste riuscire a stenderlo anche con le sole mani facendo scivolare l’impasto sotto il dorso delle mani) che posizionerete direttamente nello stampo prescelto. Versatevi dentro il ripieno, dopodiché ricoprite con l’impasto rimasto. Ripiegate i bordi esterni verso l’interno in modo da sigillare.

Bucherellate per evitare che in cottura la pasta cresca e si gonfi. Pennellate la superficie con dell’olio.

Riscaldare il forno a 180° C e una volta giunto a temperatura infornate. Cuocete per 45-50 minuti fino a quando la torta avrà assunto un bel colore dorato.

rustico integrale con bietola e ricotta 2

NO YEAST SAVOURY TART WITH SWISS CHARD AND RICOTTA (makes a 26 cm pie)

for the crust…(I have slightly adapted this recipe)

  • 150 gr organic wholewheat grain flour
  • 150 gr durham wheat semolina flour
  • 3 tablespoons extravergin olive oil + more for brushing
  • 170 gr water
  • 1/2 teaspoon salt

per il filling

  • 450 gr boiled swiss chard
  • 300 gr ricotta cheese
  • 30 gr grated parmigiano reggiano cheese
  • 2 eggs + 1 egg yolk
  • salt and black peppercorn

Prepare the crust. In a bowl mix the flours, add water then oil and salt. Work with your hands until the dough turns out smooth and homogeneous. Cover with plastic wrap and transfer in the fridge to rest for at least 30 minutes.

Prepare the filling. Chop the swiss chard with a knife and mix with the ricotta cheese and the parmisan cheese. Add the eggs, lightly beaten, then season to taste.

Take dough out of the fridge. Roll out 2/3 of it on a sheet of parchment paper with the help of a rolling pin (this beeing a very elastic dough you should be even able to roll it out with your hands) and place directly onto the baking pan. Pour in the filling, then cover with the reserved dough. Fold outer edges inwards to seal.

Prick top with a fork to avoid dough from swollening during cooking. Brush the surface with oil.

Preheat the oven to 180° C. Bake for 45-50 minutes or until the pie turns on a nice golden color.rustico integrale con bietola e ricotta 4

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Maggio-Giugno ‘L’orto in tavola’ del blog Oggipanesalamedomani

tckpobgps61u107aj929prbal0_banner-opsd-300-x-250-regolamento-mag-giu-def

 

Advertisements

33 pensieri su “Rustico integrale {senza lievito} con bietole e ricotta

  1. cucinaincontroluce

    Semplice e gustoso: un piatto unico assolutamente sano e che mi piacerebbe fare quanto prima….grazie per l’idea, è un’ottima proposta!!!!
    PS: anch’io voglio andare in vacanza…sono stremata….
    Un bacio 🙂

    Rispondi
  2. Roberta Morasco

    Ciao!!!!
    Come stai???
    E’ buonissima questa torta salata!! Lo sai che non ho mai usato la pasta matta per le preparazioni salate? Perché???? :-/ …ok rimediamo!!!
    Aspetto info per il pic-nic..vengo anch’iooooooooooooooooo….
    Un abbraccio! buona settimana!
    Roby ❤

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      non è stato un rientro molto rilassato…avei bisogno di partire nuovamente…ma questa volta mare e sdraio…ed un cocktail servito! oppure gita al parco con plaid, pranzo pronto e piatti di plastica…
      bacioni

      Rispondi
  3. zia consu

    Non vedo l’ora di vedere il tuo reportage fotografico 😀 Intanto mi gusto questo rustico (sai che ne ho fatto uno simile in settimana???!!!) approvo al 100% l’utilizzo della pasta matta integrale, mi ha conquistata!
    Buona serata ❤

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      domani se riesco dovrei pubblicare…ho fatto troppe foto e non so quali scegliere!
      il tuo rustico non l’ho visto…più tardi vado a dare un occhio
      baci e buon weekend

      Rispondi
  4. lapetitecasserole

    Te lo dico sinceramente, con questa torta salata ed un cestino da pic hic ti seguirei in capo al mondo. Mi piace questo tocco “genuino” che sai sempre dare alle tue ricette, mi sembra sempre di essere in campagna a godermi la natura!

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      io ti invito se vuoi Marghe al prossimo picnic ma non credo tu riesca ad arrivare in tempo! ora che arrivano le verdurine dell’orto vi sommergerò di ricettine green

      Rispondi
  5. Alice

    Tesoro io direi Villa Pamphili è più vicina a casa mia 🙂 Questo rustico è favoloso e regalondolo al mio cestino mi fai stra felice! Ti inserisco subito !
    bacioni
    Alice
    PS l’idea del vinello è perfetta 🙂

    Rispondi
  6. panelibrienuvole

    Buone le bietole con la ricotta!! E la pasta matta…lo sai che la amo anche io! 🙂
    Dai, vogliamo qualche racconto di viaggio..e magari qualche dritta sulla cucina a Barcellona!
    Un abbraccio e buona giornata!

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      ho scelto il ripieno più semplice che potesse esserci ma nell’orto c’era quello ed andare al super mi avrebbe scocciato…il bello del vivere in campagna è prendere quello che viene…ti dico solo che ho qualche centinaio di carciofi da pulire e mettere via per l’inverno prima di essere inondata di fave e piselli…vieni a darmi una mano?
      baci

      Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      a Barcellona? non lo sapevo mica…
      città favolosa…ce ne siamo innamorati e ci andremmo volentieri a vivere
      rientro faticosissimo tesoro…in due settimane abbiamo cambiato letto 6 volte…ho voglia solo di relax totale! per ora un sogno

      baci

      Rispondi
  7. coccolatime

    cavoloooooooooooo ma qunate ricette mi sono persa??? nooooooooooooooooooo…devo rimediare….assolutamente…e prima di subito!!! questa è stupenda perfettamente nelle mie corde!!!! sublime….e le foto??? sei diventata una maga …le tue foto mi fanno pensare alla natura..agli odori e ai sapori buoni della terra e alle sue ricchezze immense!!!

    Rispondi
    1. la Greg Autore articolo

      no dai non farmi tutti questi complimenti ora…aspetta almeno di vedere le foto con il cinquantino che arriva la prossima settimana!
      poi appena arrivano le bietoline nuove toccherà alla tua torta co’ becchi…me la sogno la notte!!!
      un abbraccio forte ed un bacino dalla pulce

      Rispondi
  8. Marghe

    Anche io vado pazza per la pasta matta (quanta follia in questa frase) 🙂 e il ripieno che hai scelto è uno dei miei preferiti, delicato e gustoso!
    Buon lunedì cara :*

    Rispondi

Puoi lasciare qui il tuo commento, lo leggerò con piacere e ti risponderò non appena possibile

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...