Archivi categoria: Eventi

Qui non si pubblica più… | No more posts in this blog

Poiché nei giorni scorsi diverse persone si sono iscritte a questo blog, mentre altre mi hanno segnalato di non ricevere più i miei posts, vorrei ricordarvi che mi sono trasferita su www.lagreg.it pertanto è necessario che cancelliate il vecchio indirizzo nella blogroll per sostituirlo con il nuovo…in alternativa raggiungetemi attraverso Bloglovin, la pagina Facebook o Google+ oppure iscrivetevi nel nuovo sito lasciando il vostro indirizzo mail.

Ecco le ultime ricettine che vi siete persi…

Curd di limone e lime al miele

Thumbprint cookies con il curd al miele

Quénelle di miglio con pesto di mandorle e rucola

Soufflé glacé

***

Since during the past few days several people have subscribed to this blog, while others have reported me to no longer receive my posts, I would like to remind you that I moved on http://www.lagreg.it therefore it is necessary to update your blogroll by replacing the old address with the new one… in alternative keep updated throughout Bloglovin, my Facebook page or Google+ or subscribing to the new site by leaving your email address.

You might be interested to check out my last recipes in the case you missed them…

Honey lemon lime curd

Honey curd thumbprint cookies

Millet dumpling with Almond and arugula pesto

Soufflé glacé

Annunci

Albicocche al cartoccio…su www.lagreg.it | Parcel-roasted apricots… on www.lagreg.it

(scroll down for english version)

Vi ricordo che ora mi trovate su www.lagreg.it pertanto se non volete perdervi i post (e le albicocche al cartoccio di oggi!!) è necessario che aggiorniate l’indirizzo nel reader di wordpress o nella blogroll di Bloglovin.

In alternativa potete iscrivervi direttamente nel blog cliccando ‘Segui il blog/Follow me’ e confermando la mail che riceverete nella vostra posta elettronica.

Finalmente è on line anche la pagina Facebook de La Greg e chi preferisce può seguirmi lì…sarà sufficiente cliccare ‘Mi piace’ sulla pagina stessa.

Vi lascio un’anteprima del dolcino di oggi…

Buona giornata a tutti!

albicocche al cartoccio

***

I remind you that I moved to www.lagreg.it therefore if you do not want to miss my posts (and the parcel-roasted apricots I published today!) you should update the URL into the wordpress reader or Bloglovin blogroll.

Alternatively, you can subscribe directly from the blog by clicking Follow meand confirming the email you will receive.

You might either prefer to follow me throughout my Facebook page La Greg  simply clicking Like’ on the page.

Ciao,

Silvia

Sorbetto di melone e basilico [e che trasloco sia…]

L’idea mi frullava per la testa da un pò…poi il caso ha voluto che conoscessi lui e che decidessi in un battibaleno che il regalo che avrei fatto a me stessa per il 40° compleanno sarebbe stato un nuovo blog…tutto mio.

Dopo aver fatto impazzire Carlo con le mie richieste e dopo un lavoro certosino di recupero dell’archivio delle vecchie ricette, da oggi troverete i miei racconti su www.lagreg.it.

Vi aspetto tutti nella nuova casetta con un rinfrescante sorbetto di benvenuto, veloce e semplice da fare!

***

Moving to my new blog www.lagreg.it…and welcoming you with a refreshing, fast and easy sorbet.

sorbetto di melone e basilico1 (3)

Le #bloggalline al Boscolo Etoile Academy…travolta da un oceano di emozioni

Metti un weekend in un contesto unico.

Metti il primo incontro con tante bloggers…anzi che dico Bloggalline… che condividono con te la passione per il buon cibo, che salgono (quasi sempre) sopra le sedie per fotografare un piatto e che costringono (talvolta) i loro consorti ad estenuanti attese in tavola.

Metti un pomeriggio passato ad impastare ed infornare pane, focacce, pizza e grissini ad una temperatura ambiente quasi tropicale.

Metti che sei talmente stordita da così tante emozioni tutte insieme e stanca da non riuscire ad alzarti dal letto il giorno dopo che torni a casa – tu, la piccola pulce ed il marito – con febbre e mal di gola.

IMAG0727 FOTO GRUPPO 1 pic

(foto di del marito di Roberta Morasco – Facciamo che ero la cuoca)

Mamma come mi sono divertita! Sapevo che Monica avrebbe fatto le cose in grande ma mai mi sarei aspettata questa organizzazione.

Il mio primo corso di cucina me lo sarei immaginato in un’anonima stanza del circolo sociale del quartiere ed invece mi ritrovo catapultata in un ambiente unico il Boscolo Etoile Academy, austero all’esterno per essere stato un monastero, quanto accogliente e caloroso all’interno. Il maestro Rossano Boscolo ci dà il benvenuto in un simpatico accento chioggese e ci mostra orgoglioso la sua casa.

Ci muoviamo come uno sciame di api, rumorosamente seguendo l’ape regina,  girando vorticosamente con gli occhi alla ricerca dei particolari, curiose (e curiosi…considerato che abbiamo al seguito anche diversi mariti…#santisubito come propone Vaty….e cuccioli d’uomo) di scoprire le stanze di questo regno. Scivoliamo – con gli occhi sgranati di meraviglia – dall’aula di cucina a quella dei lievitati, per finire in quella di pasticceria dove, circondate da barattoli di spezie, frutta secca e zucchero invertito, veniamo inebriate da un soave aroma di cioccolato.

Il tempo di finire il giro ed, i nostri occhi prima, e la nostra pancia poi vengono accolti e conquistati da questo spettacolo, espressione della maestria di chef e allievi dell’Academy (cliccate per ingrandire e vi assicuro vi verrà l’acquolina in bocca).

Mangiamo, beviamo e facciamo due chiacchiere in allegria poi arriva l’ora di salutare mariti e figliolanza e di andare a lavorare. Ci dividiamo in tre aule. Io mi ritrovo con altre 9 bloggalline davanti ad un immenso tavolo di acciaio a pesare lievito e farina. Siamo tutte più o meno in grado di sfornare una fila di pane ma nessuna di noi si perde i consigli della giovanissima (e preparatissima) chef Chiara.

Restiamo incantate. Quasi ipnotizzate dall’impastatrice a braccia tuffanti che ci risparmia il duro lavoro di mescolare a mano 8 kili di semola, acqua ed olio che diventeranno il pane della nostra cena.

Sveniamo (quasi) davanti alla cella di lievitazione che in poco più di mezz’ora ci rende delle file di pane che noi in casa avremmo fatto fatica ad avere dopo 3 ore in forno con la lucina accesa.

Sogniamo ad occhi aperti di avere lo spazio in casa per mettere un forno con la pietra refrattaria grande quanto quello nel quale abbiamo cotto 15 focacce, 6 teglie di focaccine, 20 file di pane e diverse pizze.

Sarà stata la levataccia del sabato mattina, sarà stata l’età che inesorabilmente avanza, sarà stata l’aria condizionata che mi è arrivata dritta nel collo ma sono arrivata a cena che sembravo uno zombie, con un mal di testa del quale non ho ricordi in passato e senza voce. Poi santa Roby che aveva una bustina di antidolorifico in borsa dall’effetto quasi immediato.

Peccato sia passato tutto così velocemente.

E’ stata un’esperienza unica e coinvolgente, anche se è mancato il tempo per conoscere tutte e per parlare con le persone che aspettavi da tempo di incontrare. Vero Roby?

Ma volete sapere la cosa più bella quale è stata?

Vedersi per la prima volta e riconoscersi con un semplice sguardo. Vero Viviana?

Tornare a casa convinta di aver passato una splendida giornata con amiche di vecchia data, a parlare di tutto ma (stranamente) poco, o affatto, di cibo e cucina. Vero Annarita, Elisa, Laura, Patrizia e Chiara?

badge bloggalline

Un bacio lungo un mese {Kissotto}

Badge-Io sostengo Kissotto

Niente cioccolatino dalla carta argentata e ricoperta da tante stelline ma il bacio inteso come il primo contatto tra due persone che si piacciono e sono pronte a scoprirsi, come la coccola che la mamma riserva alla propria pulce, come il saluto sulla guancia ad un amico che non si vede da tempo.

Questa volta i baci sono tutti per i bambini affetti da leucemie e tumori infantili, ricoverati presso l’ospedale Meyer di Firenze ed assistiti dalla Onlus Noi per voi che, per un avverso destino, combattono così piccini contro un essere cattivo, dal nome impronunciabile.

E chi meglio del super-eroe Kissotto (Kiss come bacio. Otto come ottobre), arrivato sulla terra da una galassia lontanissima, può colmarli di coccole e farli sorridere?

Kissotto per fortuna non è solo. Anche noi infatti ci possiamo trasformare per un giorno in super-eroi ed andare in suo aiuto. Come? Inviando dal 1° al 31 Ottobre tanti baci digitali (cioè la foto di un nostro bacio o di quello che il bacio per noi rappresenta) dal sito www.kissotto.it e facendo una donazione libera all’associazione Noi per voi per sostenere il progetto di ricerca ‘Analisi dei meccanismi molecolari della resistenza ai chemioterapici nei tumori cerebrali pediatrici ad alto rischio’.

I video di presentazione dell’iniziativa, patrocinata dal Comune di Firenze, li trovate in You Tube ai seguenti indirizzi:

http://youtu.be/yaa5ttRCuOs

http://youtu.be/_neegIyN0jA

Anche il mondo della gastronomia si è voluto unire a questo progetto di solidarietà e sono onorata di essere stata nominata insieme ad altri foodbloggers Ambasciatrice Kissotto e di dare il mio piccolo contributo alla raccolta fondi. Nove ristoranti fiorentini prepareranno, infatti, per tutto il mese una ricetta inedita dedicata al bacio, nella sua forma, sapore e colore ed una percentuale del prezzo del piatto sarà donata da ciascun locale a Kissotto. I piatti saranno accompagnati anche da una cartolina che permetterà di votare la singola preparazione con un giudizio da 1 a 5. Alla fine del mese il piatto più votato riceverà il premio Kissotto.

Quasi quasi chiedo al maritino se mi porta a cena a Firenze!

il mio bacio speciale ai bimbi meno fortunati di meIl mio bacio speciale per i bimbi del Meyer di Firenze